Risparmio fino al 70%v in bolletta

Riduzione delle eimissioni di CO2

Miglioramento della classe energetica del vostro appartamento

Agevolazioni fiscali

Come catturare l'energia solare

Una fonte d'energia pulita e gratuita

Una soluzione ottimale per risparmiare sulle bollette dell'acqua e del riscaldamento è quella di ricorrere ad un impianto solare termico. Questo tipo di impianto è utili in modo particolare per il riscaldamento dell'acqua corrente in alternativa alle caldaie tradizionali alimentate tramite il gas naturale. Sono sistemi energetici che favoriscono anche l'ambiente e che hanno un bassissimo costo per quanto riguarda la manutenzione ordinaria.

Solare termico

il sole da sempre è la fonte energetica principale, il nostro pianeta a causa delle notevoli emissioni di c02 nell’atmosfera ha subito diversi danni e un notevole surriscaldamento , il solare termico è una delle soluzioni che vanno incontro a questo problema.
Gli impianti solari infatti sfruttano l’energia catturata dai raggi e la utilizzano per il riscaldamento dell’acqua, naturalmente tutto ciò abbatte notevolmente il consumo e le emissioni di c02 e combustibili fossili.
Dal punto di vista economico investire in un impianto cosi apporta un aumento della spesa iniziale che però sarà ammortizzata in pochissimi anni, a maggior ragione con l’aiuto degli incentivi fiscali e possibile scaricare o meglio detrarre attraverso il conto termico (richiamare sempre la normativa). Riepilogando l’installazione di un impianto solare termico apporta un risparmio del 70% sui costi in bolletta elettrica ma anche in bolletta gas per la produzione dell’acqua calda sanitaria, naturalmente questo impianto migliora sia il valore che la classe energetica dell’abitazione. Inoltre secondo il decreto rinnovabili n 28/2011, in ogni edificio di nuova costruzione deve essere installato un impianto che sfrutti l’energie rinnovabili, come quella solare.
Gli edifici gia dal 31 maggio 2012 devono coprire con le rinnovabili il 20% del fabbisogno energetico.
Le percentuali sull’utilizzo delle rinnovabili nelle nuove costruzione sono queste:

20 % 1 gennaio 2014
35% dal 1 gennaio 2014 al 31 dicembre 2016.
50% dal 1 gennaio 2017

Esistono diversi tipi d’impianto:
1. circolazione naturale: il fluido è l’acqua stessa che dopo essersi riscaldata sale per convezione nel serbatoio di accumulo, posto naturalmente piu in alto rispetto al pannello, da dove viene poi distribuita alle utenze.

2. circolazione forzata: composta dal pannello,serpentina posta all’interno del boiler e i tubi di raccordo. un circolatore che permette la
cessione del calore raccolto dal fluido , alla serpentina posta all’interno dell’accumulo.
il circuito è piu complesso,in questo caso va appunto un vaso di espansione , un controllo di temperatura, l’efficienza tecnica è piu elevata e meno oggetta a dispersioni.

Share by: